Recensioni

venerdì 20 ottobre 2017

Review Party: "La Ladra di Neve" di Danielle Paige

Buongiorno, miei cari lettori! ^^
Oggi vi parlo di un romanzo fantasy uscito da poco per la De Agostini. Si tratta de "La ladra di neve", una storia ricca di avventura e magia, che apprezzerete se siete amanti delle fiabe e dei retelling. Ringrazio Tania per avermi coinvolta nell'iniziativa e la De Agostini per avermi permesso di leggere il romanzo.

La Ladra di Neve
di Danielle Paige


Serie: Stealing Snow #1
Prezzo: 14,90 euro
Pagine: 437
Genere: fantasy, young adult, retelling
Editore: De Agostini (collana Le Gemme)
Data di pubblicazione: 17 Ottobre 2017


Snow vive nell’istituto psichiatrico di massima sicurezza di Whittaker da quando è solo una bambina. Ora ha sedici anni e un’unica certezza: lei non è pazza. È prigioniera. Lo sente nel suo cuore, nei suoi sogni, e ne è più che sicura quando guarda negli occhi Bale, il miglior compagno di sventure che le potesse capitare. Nel momento in cui Snow lo bacia, però, accade qualcosa di terribile: Bale cade in stato catatonico e scompare all’interno di uno specchio stregato. Senza di lui Snow non ha più certezze, né motivi per restare. Aiutata da un’amica, fugge dalla sua prigione. Più veloce che può, più lontano che può, oltre i cancelli dell’ospedale. Qui incontra Jagger, un ragazzo misterioso che promette di aiutarla a salvare Bale. Snow accetta di seguirlo e in quell’istante il mondo attorno a lei cambia. Sotto i suoi piedi il terreno si trasforma in ghiaccio, e tutto diventa neve e magia. Jagger l’ha portata ad Algid, un regno incantato sul cui trono siede un tiranno sanguinario. Così, in un mondo condannato a un eterno inverno, Snow si troverà a combattere per l’amore e la giustizia. Diventerà ladra, strega e spia, disposta a tutto pur di trovare una risposta alla domanda che più la spaventa: chi è lei davvero?

<<"Sì, Snow, in te si nasconde un grande dono. Puoi controllare l'inverno e dominare il gelo, il ghiaccio e la neve. Sei l'erede al trono, colei che è destinata a privare il re del suo potere... o a elevarlo ad altezze ancora maggiori. Solo tu puoi scegliere la tua strada">>.

Tra le novità di questo mese ricchissimo, potete trovare in libreria La ladra di neve, un romanzo dalle bellissime atmosfere invernali, una fiaba moderna e affascinante, a metà tra Frozen e Alice nel Paese delle Meraviglie. Ero un po' scettica quando ho iniziato la lettura. Non avevo chissà quali aspettative, ma speravo in un romanzo con uno stile più complesso, invece mi è sembrato quasi di leggere un middle-grade. La cosa però non mi ha turbata più di tanto (anche perché è un genere che adoro) e ho cercato di godermi il più possibile la lettura. Ho una grande passione per i retelling e non avevo ancora letto nulla ispirato alla fiaba "La regina delle nevi" di Hans Christian Andersen, è stata una bella novità, che ha reso la lettura ancora più interessante.
Il romanzo può essere suddiviso in tre parti, essenzialmente. Nella prima parte la protagonista Snow è rinchiusa in un istituto psichiatrico, dopo aver cercato di entrare in uno specchio, procurandosi varie ferite che le hanno lasciato indelebili cicatrici. Snow da allora si convince di essere pazza, trascorre le sue giornate ad ingerire pillole che contrastano ogni suo umore, cercando soprattutto di contenere la rabbia che le bolle dentro, una rabbia che, se liberata, potrebbe diventare molto pericolosa. Nell'istituto non ha amici, ma con Bale sente di avere un rapporto speciale. Lui è l'amore della sua vita, la comprende come nessun altro, disposto sempre a starle accanto e a sostenerla. Il giorno in cui si scambiano il primo bacio, però, accade qualcosa di sconvolgente e la stessa Snow faticherà a riconoscersi.
Ma, come un sogno, entrerà nella sua vita Jagger, un ragazzo bello e misterioso che la costringerà a fuggire e ad abbracciare quello che è il suo vero destino. Snow, dopo la scomparsa di Bale, non ci pensa due volte a fare il necessario per riportarlo indietro e seguirà Jagger attraverso un portale che la condurrà ad Algid. Si tratta di un regno fantastico, in cui esiste la magia, ma governato da un re crudele che ha congelato ogni cosa. Snow scoprirà di essere la principessa di questo regno innevato e di avere dentro di sé dei poteri che ancora non è capace di controllare. E poi esiste una profezia che parla di lei e prevede che uccida il malvagio sovrano e ne prenda il posto, oppure che gli ceda i suoi poteri. Snow è scioccata dalle tante rivelazioni, ma sente davvero di avere un potere che va al di là della sua comprensione. Con il tempo e con l'aiuto di vari personaggi, riuscirà a gestirlo, fino ad averne il completo controllo. Ma sono tanti i pericoli che si troverà ad affrontare lungo la strada per portare a compimento la sua missione e salvare il suo amato. E le sorprese non sono ancora finite... La Ladra di neve si è rivelato un romanzo particolarmente intrigante, nel complesso. A lettura conclusa ero davvero impressionata dal viaggio che l'autrice mi aveva concesso di fare. Nella seconda parte della storia troviamo Snow alle prese con l'allenamento per prendere dimestichezza con il suo potere, ma conosciamo anche quelli che saranno i suoi compagni d'avventura nel romanzo. In un primo momento, la Strega del Fiume, affascinante e saggia creatura d'acqua, che le salverà la vita, insegnandole per prima a controllare il suo potere.
Poi Gerde e Kai con i quali stringerà una speciale amicizia. Kai, in particolar modo, riuscirà a provocarle degli inaspettati batticuori, nonostante il carattere burbero e scontroso. Infine, ritroverà Jagger, che scoprirà essere un ladro, e la porterà nella sua dimora, dove insieme ad altre ladre, che si dilettano con la magia per affrontare le loro quotidiane battaglie, la renderanno una di loro e le insegneranno ciò che serve e che ancora non sa. Il tutto per portare a compimento la profezia e salvare Algid dai piani catastrofici di Lazar. E qui si arriva velocemente all'ultima parte del romanzo, quella che ho preferito, la parte più movimentata e sorprendente, che tra scene di combattimento, incantesimi e nuove rivelazioni, vi condurrà verso un finale che vi farà reclamare a gran voce il seguito. Snow è una ragazza che ha avuto solo delusioni dalla vita, l'unico su cui ha sempre potuto contare è Bale. Ecco perché farà di tutto per salvarlo dalle grinfie di re Lazar, per riportarlo indietro. Ho apprezzato questo suo lato coraggioso, che non si lascia facilmente intimidire da chi ha più potere di lei, ma lo stesso non posso dire della sua coerenza, perché lascerà che il suo cuore batta anche per Kai e per Jagger, sebbene siano dei sentimenti che sembra spesso non comprendere. Quello che sicuramente mi ha colpita di più, tra i vari pretendenti, è Jagger, ladro che, tra regole e misteri, non mostra mai il suo vero volto, ma che verso Snow ha una totale devozione. Inutile dire che sono #TeamJagger e che spero in un'evoluzione di questa storia, nel prossimo libro. Mi sono piaciuti anche molti altri personaggi che, nonostante abbiano fatto delle comparse brevi, ho trovato ben caratterizzati. Quello che forse andava approfondito un po' meglio era re Lazar, il cattivo per eccellenza della storia, che sembra abbia un potere immenso e piani crudeli, ma che viene trattato un po' frettolosamente e solo nell'ultima parte del romanzo. Stessa cosa la madre di Snow, che fa una rapida apparizione giusto per mettere tutto ancora più in subbuglio, un personaggio chiave che ha avuto troppo poco spazio, secondo me.
Non siamo di fronte ad un romanzo epico, ma La ladra di neve è comunque una bella storia, che mi ha tenuto buona compagnia e mi ha fatto sognare con le sue splendide ambientazioni e le sue atmosfere fiabesche. C'è un notevole miglioramento nel ritmo della storia, dalla prima parte all'ultima e lo stile è semplice e scorrevole. Succedono così tante cose che non avrete il tempo di annoiarvi. Ho notato riferimenti a varie fiabe famose, cosa che mi ha particolarmente esaltata, e Snow ricorda un po' Elsa di Frozen, con il suo potere di creare qualsiasi cosa con la neve. Ha un potere veramente immenso e  sono curiosa di scoprirlo ancora di più. A parte, come vi dicevo, alcuni momenti  di incoerenza del suo personaggio, alla fine mi ci sono affezionata e sono sicura che abbia molto altro in serbo per noi. Una storia originale, avventurosa e con piacevoli colpi di scena. La ladra di neve si becca un bel 4 e spero vivamente di non dovere aspettare molto per leggere il seguito.

Voto: 4 tazzine! Un romanzo ricco di avventura e magia. Da leggere sotto una bella coperta calda.

CALENDARIO REVIEW PARTY
Ed ecco il calendario con le tappe di questo bel Review Party, in cui potrete trovare opinioni ed estratti de La Ladra di Neve ;) 

17 Ottobre - My Crea Bookish Kingdom (http://angeltany.blogspot.it/
 Il tempo dei libri (https://iltempodeilibri.blogspot.it/

18 Ottobre - La Cercatrice di Storie (http://cercatricedistorie.blogspot.it/

19 Ottobre - We Found Wonderland in Books (http://wefoundwonderlandinbooks.blogspot.it

20 Ottobre - Coffee&Books (http://coffeeandbooksgirl.blogspot.it/


A presto!
xoxo

giovedì 19 ottobre 2017

Segnalazioni Made in Italy: "Wolfheart. La ragazza lupo" di Alessia Coppola

Buongiorno, miei cari lettori caffeinomani! ^^
Oggi vorrei festeggiare con voi l'uscita di un romanzo speciale, "Wolfheart. La ragazza lupo", della bravissima Alessia Coppola, che è approdata a La Corte Editore. Adoro questa autrice, ha uno stile davvero affascinante e, tempo fa ho letto la sua Alice e mi è piaciuta molto. Ecco perché sono curiosissima, adesso, di leggere Wolfheart, sono sicura si tratti di un altro splendido romanzo. Se amate il mondo fantasy quanto lo amo io, Alessia Coppola è una garanzia. Leggetela e vedrete!

Wolfheart. La ragazza lupo
di Alessia Coppola


Prezzo: 16,90 euro
Pagine: 320
Genere: urban fantasy
LinkAmazon
Editore: La Corte Editore
Data di pubblicazione: 19 Ottobre 2017


Aylena non è una ragazza come le altre. È stata maledetta ed è costretta a convivere con due nature: quella di demone e quella di lupo. Per liberarsi dal maleficio e ritrovare la sua umanità, dovrà così affrontare un viaggio irto di pericoli, attraverso il tempo e le distanze, che la faranno diventare una spietata cacciatrice. Ma tutto cambierà, quando arriva Adrien, un soldato a servizio di un ordine di cacciatori di creature soprannaturali. Sarà lui la chiave che le permetterà di essere finalmente libera, ma sarà anche colui che imbriglierà il suo cuore. Tra battaglie, incantesimi, segreti e cospirazioni Aylena compierà il suo destino, scoprendo però che il prezzo da pagare sarà più alto di quanto avesse mai temuto.

Estratti

<<Rapida, inesorabile, scoccò la prima freccia che fischiò nell’aria come una frusta e lo colpì. Il dardo gli perforò il cuore, da cui fuo­riuscì un fiotto denso e scuro, che evaporò a contatto con il suolo. La figura si afflosciò come un sacco vuoto, prima di smaterializzarsi in polvere nera.
Gli altri due sembravano smarriti, scoccarono uno sguardo ad Ay­lena e la attaccarono.
Lei caricò un’altra saetta che fece breccia nella cassa toracica del secondo, le cui ossa crepitarono come fossero di carta.
Aylena era una cacciatrice, la Cacciatrice Nera, come era solita esse­re definita da quegli esseri. Tuttavia non cacciava per sopravvivenza ma per vendetta. Questa era la sottile differenza che la distingueva dai predatori che uccideva, il fine era diverso, ma il mezzo rimaneva sempre il medesimo: la morte.
Un sibilo strozzato si levò nell’aria. Uno dei tre annaspava con la faccia premuta contro l’asfalto bagnato, il respiro corto e gli occhi sbarrati. Agonizzava, contorcendosi come un insetto pungolato da uno stecco.
Aylena si avvicinò, lo sollevò per la mascella e con entrambe le mani tirò uno strattone secco. Il suono delle ossa rotte la fece rabbri­vidire. Forse non ci avrebbe mai fatto l’abitudine. La morte è morte, anche per chi la merita, anche per chi è già morto>>.

******

<<Lei sorrise. «Lui sa. La natura ci comprende, se usiamo le parole giuste per comunicare. Lei ci parla, ma chi di noi sa ascoltarla?» 
«Immagino ti abbia insegnato la tua gente.» 
«Sì, l’essere connessi al totem espande il nostro spirito, la nostra coscienza, ma è terribile…» 
«Cosa?» 
«Essere l’ultima della mia casa magica a parlarne. Ero l’erede di una potente dinastia di totemki, ma ora non c’è più alcun clan da proteggere.» 
Adrien abbassò il capo e annuì. «Mi dispiace.» 
Lei fece spallucce. «Se sei immortale, aspettati anche gli altri si estinguano. Le città si sgretolano come montagne erose dal vento, i mari si ritirano e creano nuove isole, le dinastie cadono come tessere di un domino. E tu assisti a tutto questo come un’ombra dietro il sipario. Una maschera muta, senza copione, senza un ruolo. Perché 
sei un fantasma, non esisti e non puoi esistere, nonostante vorresti urlare chi sei. Il progresso avanza nel tentativo di produrre protesi in grado di sostituire organi vitali o di trovare metodi per irretire la morte. L’immortalità è il desiderio più profondo dell’uomo. Eppure tutti ignorano quanto essa sia pregna di noia e di un vuoto che si propaga nel tempo come un’onda ciclica senza mai fine.» 
Ci fu un lungo silenzio, lui non sapeva come replicare a quelle pa­role così pregne di malinconia e dolore. 
«Sono stanca, Adrien. Devo spezzare la mia maledizione.» 
«Ho giurato che ti aiuterò.» 
«So che lo farai, ma non vorrei metterti in pericolo. Non ne vale la pena per una come me. Al momento sono una mezzosangue, ricor­di?» 
«Proprio per una come te varrebbe la pena combattere.» 
Ebbe l’impulso di sfiorarle il dorso della mano e stringerla tra le sue, ma si trattenne. 
Le stelle divennero opache e l’alba iniziò a mostrarsi. «Va’, sto per mutare» mormorò lei. 
«Voglio restare» insisté. 
«Perché mai?» 
«Per non lasciarti sola a questa nuova alba.»>>

L'autrice

Alessia Coppola è una scrittrice, blogger e illustratrice pugliese.
Dopo aver frequentato il liceo artistico, ha proseguito gli studi presso la Facoltà di Beni Culturali. È anche una pittrice, con all'attivo numerose esposizioni. Da qui all'illustrazione (in particolare per l’infanzia) il passo è stato breve. È una freelance con all’attivo numerose collaborazioni. Ha inoltre ampliato gli orizzonti affermandosi anche come grafica. Altra grande passione è il canto: ha inciso il suo primo singolo Sognatori nel 2012, arrangiato da Marco Schnabl, fonico dei Duran Duran. Nel 2014 ha aperto il blog letterario Anima d'Inchiostro e nel 2016 l’omonimo canale YouTube. Ha iniziato a pubblicare nel 2005 spaziando dalla poesia, alle fiabe, dalla narrativa fantastica a quella contemporanea. Nel 2016 infatti pubblica il primo contemporaneo al femminile Il Filo Rosso per HarperCollins Italia. Nel 2018 Newton Compton Editori pubblicherà un nuovo romanzo.

******
Allora, cosa ve ne pare di questo romanzo? Non è intrigante?
Poi la copertina è davvero bella, come resistere?
In bocca al lupo ad Alessia per questa nuova avventura, che sarà sicuramente un successo!

A presto!
xoxo

mercoledì 18 ottobre 2017

Rubrica: WWW Wednesday #26

Buonasera, miei cari lettori!^^
Ritorna l'appuntamento settimanale con una delle mie rubriche preferite. Adoro parlare delle mie letture e mi piace conoscere le vostre e scoprire nuovi interessanti romanzi da aggiungere alla mia infinita wishlist. 

WWW Wednesday è una rubrica ideata dal blog Should Be Reading e riguarda le mie letture attuali, passate e future. Prevede che io risponda a tre domandine, ovvero:

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)
What do you think you'll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

Sto leggendo "Neve Come Cenere" di Sara Raash in occasione di un Read Along  che partirà giorno 23 Ottobre. Devo dire che questo fantasy è davvero originale e mi sta prendendo parecchio.

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?

Ho finito di leggere "La ladra di neve" di Danielle Paige e troverete la mia recensione giorno 20 Ottobre, sul blog, in occasione di un Review Party. Me lo aspettavo diverso questo romanzo, più complesso, ma non mi ha completamente delusa, anzi ad un certo punto non riuscivo più a staccarmi dalle pagine. Conclusa anche la lettura di "Midnight Jewel" di Richelle Mead, letto in anteprima e di cui troverete la mia opinione il 25 Ottobre, giorno della sua uscita :)

WHAT DO YOU THINK YOU'LL READ NEXT?

"La bambina della luna e delle stelle" di Kelly Barnhill sarà il prossimo libro che leggerò in occasione di un bel blogtour, seguito al 90% da "Cuore Oscuro"  di Naomi Novik (voglio leggerlo da un sacco di tempo!! *_*). Probabilmente inserirò anche un romance, per cambiare un po' genere, dal momento che ho letto quasi solo fantasy questo mese, ma non ho ancora deciso quale. 


Queste le mie letture passate/presenti/future. 
Le vostre quali sono? :)

A presto!
xoxo

lunedì 16 ottobre 2017

Pensieri di Dramanti: "Chicago Typewriter"


Buongiorno, carissimi lettori! ^^
Oggi su Coffee&Books si inaugura una nuova rubrica!
Se mi seguite su FB, saprete che sono diventata, da un po' di tempo a questa parte, un'amante dei drama sudcoreani. Ho sempre seguito, in generale, molte serie tv, ma è da quando mi sono appassionata ai drama che nella mia vita è come se qualcosa si fosse aggiustato, qualcosa che non sapevo nemmeno fosse guasto. Queste serie hanno riempito le mie giornate - insieme ai libri - e nella drama-mania ho coinvolto involontariamente un po' di amiche, che sono diventate anche peggio di me :P Insomma, non si scampa da questo tunnel. Insieme ci confrontiamo e parliamo di questi piccoli gioiellini che racchiudono una bellezza e una purezza che non si trovano facilmente in altre serie tv. Ci siamo completamente innamorate della Corea del Sud, del mondo dei drama e, naturalmente, degli attori coreani. L'idea di creare una rubrica in cui racchiudere i nostri pensieri è nata un po' per caso, ma è stata accolta con entusiasmo e così eccomi qui ad inaugurarla. Per adesso sarà solo un appuntamento settimanale, in cui ci alterneremo, parlandovi dei nostri drama preferiti, ma se avrà successo potremo darle anche una diversa cadenza. Speriamo di coinvolgervi in tante, di diffondere la bellezza di queste storie e il bagaglio di emozioni che portano con sé e di darvi sempre dei buoni consigli.
Il mio consiglio dramoso di questo primo appuntamento è Chicago Typewriter. Ho deciso di iniziare con questo drama un po' particolare solo perché è l'ultimo che ho visto, ma anche uno dei più belli. Si tratta di una storia ricca di mistero, una storia potente e affascinante che non potrete fare a meno di amare. E poi ha per protagonista uno scrittore, una misteriosa macchina da scrivere, e un romanzo senza un finale. Curiosi?

Chicago Typewriter

Numero di puntate: 16
Cast principale: Yoo Ah-in, Im Soo-jung, Go Kyung-pyo
Genere: fantasy, romance
Regia: Kim Sheol-kyu
Paese d'Origine: Sud Corea
Disponibile su: Viki

Questo drama mi ha chiamato per lungo tempo, prima che decidessi, finalmente, di iniziarlo. C'era sempre qualcosa di più urgente da fare, da leggere o da vedere. Poi mi sono decisa e... fu così che mi rimproverai per non averlo visto prima! Chicago Typewriter è una storia bellissima e intensa, una storia che parla di ideali, di giovani ragazzi disposti a sacrificare la vita per la libertà del proprio Paese, ma è anche una storia che parla di amicizia, quel tipo di amicizia che trascende il tempo e che è destinata a non sfiorire mai. Guardare questo drama mi ha praticamente svuotata, tante sono state le emozioni che è riuscito a tirarmi fuori. Un drama molto diverso da tutti quelli visti finora, ma assolutamente da non perdere. Dopo i primi episodi un po' lenti, in cui la trama inizia a prendere forma e i primi pezzi del puzzle a essere scoperti, il ritmo della storia si fa sempre più concitato e si arriva, senza rendersene conto, agli ultimi episodi. E che episodi! Delle bombe che hanno fatto a pezzettini il mio povero cuore, già provato dalla precedente visione di Goblin (drama di cui vi parlerò la prossima volta). E poi, come se non bastasse, ho avuto modo di ammirare la libreria dei miei sogni, quella della casa del protagonista, su cui qualunque lettore accanito ci lascerebbe gli occhi.
La storia è quella di uno scrittore, Han Se-Joon, (interpretato dal bravissimo ed espressivo Yoo Ah-In), che ha raggiunto il successo grazie ai suoi numerosi bestseller, ma se da un lato la popolarità gli ha dato prestigio e ricchezza, dall'altro lo mette costantemente in pericolo. Quando conosce Jeon Seol (Im Soo-Jung), è infatti convinto che si tratti di una stalker, e la tiene bruscamente alla larga. In realtà, lei è la sua più grande fan e solo nel momento in cui gli salverà la vita, riuscirà ad avvicinarlo davvero. Non è facile far breccia nella dura corazza di Han Se-Joon, che ha avuto una vita difficile, una vita priva di amore che lo ha reso cinico e freddo. Ma Jeon Seol non è semplicemente una fangirl, è una donna in qualche modo legata a Se-Joon, anche se nessuno dei due sa spiegare né come né perché. Entrambi hanno delle visioni di un passato che li accomuna, si tratta però di un'altra vita, degli anni '30, un periodo difficile per la Corea, che stava affrontando l'invasione da parte del Giappone. Mano a mano che la storia va avanti, emergono sempre più dettagli sul loro passato, ma sarà solo quando Yoo Jin-Oh farà la sua comparsa che molte cose diventeranno più chiare. Questo personaggio, interpretato dal bellissimo, altissimo, sexyssimo Go Gyeong-Pyo, è veramente emblematico e rappresenta un po' il fulcro della storia. Anche lui è legato ai due protagonisti, con i quali, nel passato, ha condiviso un'amicizia indimenticabile. Nel presente quell'amicizia tornerà a rinsaldarsi, ma per conoscere fino in fondo la verità, dovranno mettere insieme i loro ricordi e scrivere il romanzo della loro vita. E' così che passato e presente iniziano a sovrapporsi, dandoci un quadro sempre più chiaro di cosa sia successo a questi tre ragazzi, di cosa li abbia portati a diventare ciò che sono adesso e del perché abbiano determinate paure. I ricordi emergeranno poco alla volta e saranno sconvolgenti.
Free Image Hosting at FunkyIMG.comHan Se-Joon era uno scrittore anche allora, ma in segreto faceva parte di un'organizzazione di rivoluzionari che tramava piani per fermare i Giapponesi e diffondere con coraggio gli ideali di indipendenza in tutto il Paese. Yoo Jin-Oh, era proprietario di un locale chiamato Carpe Diem, ma era anche un compagno dell'organizzazione, così come Jeon Seol. Le loro vite, sempre messe in pericolo da missioni azzardate e da chi intendeva smascherare l'organizzazione, si erano intrecciate in maniera indissolubile, portandoli ad un epilogo straziante, colpa di terribili errori, di decisioni sbagliate, di un destino crudele. Nel presente quei ragazzi, quegli eroi della rivoluzione, si sono incarnati nei protagonisti, ma come allora si troveranno di fronte a delle sfide e, ricordando il passato, cercheranno di non commettere più gli stessi errori, di cambiare in meglio le proprie sorti, il proprio destino. Di raggiungere la libertà che hanno sempre desiderato.
Chicago Typewriter è un piccolo capolavoro che, con una storia profonda, musiche perfette e
personaggi di grande spessore, è riuscito a distinguersi nella massa di serie sudcoreane che guardo ormai da mesi. L'ambientazione storica è incredibilmente curata, la sceneggiatura straordinaria, ogni dettaglio di questa storia si è impresso nel mio cuore. Il protagonista Han Se-Joon è, in un primo momento, un insopportabile e ricco snob, pieno di sé e superficiale, ma col passare del tempo e imparando a conoscersi a fondo, a conoscere il suo passato e gli sbagli commessi, cambia completamente, mostrando un lato sensibile e umano che sorprende. Anche nei confronti di Jeon Seol si dimostrerà diverso. Dopo un iniziale disprezzo, arriverà a stimarla, amarla e proteggerla come merita. E che dire proprio di Jeon Seol? Penso di non aver mai incontrato in un drama una protagonista come lei, una combattente, una che non ha bisogno di essere salvata ma che per prima impugna un'arma per difendere chi ama e ciò in cui crede. Un personaggio forte, ammirevole, tosto. Impossibile non amarlo. E poi c'è Yoo Jin-Oh, il personaggio più bello in assoluto del drama. Non vi dirò troppo di lui per non rischiare spoiler, ma dovete sapere che vi farà innamorare come non mai. E' un personaggio positivo, romantico, buono, generoso e divertente, ma anche parecchio tormentato, per via di qualcosa che non può cambiare e per un dettaglio fondamentale del suo passato che non riesce a ricordare. Mi ha fatto tanta tenerezza e l'ho amato profondamente, dall'inizio alla fine. Ma nonostante un destino segnato, il finale è riuscito in qualche modo a rendere giustizia ad un personaggio così importante. Preparatevi ad una raffica di lacrime.
Free Image Hosting at FunkyIMG.comChicago Typewriter non è una commedia e non è un drama storico, è una via di mezzo tra i due, esula da generi prestabiliti e la sua storia si discosta da quella dei soliti drama. Non mancano però i momenti più leggeri, che si alternano al dramma per stemperare un po' di tensione e far sorridere. Ho adorato questi momenti. Se vedrete Chicago Typewriter preparatevi a farvi travolgere dalle emozioni più inaspettate, nei momenti  più inaspettati. Non fatevi sconfiggere dalle prime puntate un po' lente, che servono solo a introdurre i personaggi, i misteri, e a prepararvi ad un'intreccio che vi prederà sempre di più, in un crescendo di colpi di scena e rivelazioni. Gli ultimi episodi sono da cardiopalma e, forse, non ne apprezzerete tutte le scelte ma, alla fine, vi renderete conto di quanto anche in un drama del genere vi sia un po' di epico. E' epica l'amicizia dei protagonisti. E' epico il loro coraggio. E' epico ciò in cui credono: un mondo libero.
Un drama commovente, dei protagonisti incredibili, una storia potente e indimenticabile. Chicago Typewriter non lo cancellerete più dal cuore, ve lo assicuro.
Vi lascio con una delle più belle colonne sonore del drama, che ancora adesso va in loop nella mia testa. Guardate il video tranquillamente, mi sono assicurata che non contenesse spoiler ;) Buon inizio settimana lettori e dramanti! <3




giovedì 12 ottobre 2017

Review Party: "Magic" di V.E. Schwab

Bentornati, cari lettori, a questo magico evento organizzato da Newton&Compton. 
Oggi festeggiamo l'uscita di "Magic" con un bel Review Party! Andate sui blog che partecipano all'iniziativa per leggere le varie opinioni su questo bellissimo romanzo di V.E. Schwab. Ringrazio la casa editrice per avermi dato la possibilità di partecipare a questo evento a cui tenevo particolarmente.

Magic
di V.E. Schwab

Serie: Shades of Magic #1
Prezzo: 10,00 euro
Pagine: 416
Genere: fantasy
Editore: Newton&Compton (collana Vertigo)
Data di pubblicazione: 12 Ottobre 2017


Kell è uno degli ultimi maghi rimasti della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono infatti la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, dove accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell'Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio iii nella Londra Bianca, la più noiosa delle versioni di Londra, quella senza alcuna magia. Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere anche solo piccoli scorci di realtà che non potrebbero mai vedere. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e adesso Kell comincia a rendersene conto. Dopo un'operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale e infine lo costringe a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se si vuole continuare a giocare prima di tutto bisogna imparare a sopravvivere...
<<Alcuni credevano che la magia venisse dalla mente, altri dall'anima, dal cuore, o dalla volontà.
Ma Kell sapeva che veniva dal sangue.
Il sangue era magia allo stato puro>>

Leggere Magic è sempre fantastico, devo ammetterlo. Avevo già avuto modo di leggere il romanzo in lingua originale, ai tempi del suo esordio, e lo avevo trovato elettrizzante. Rileggerlo mi ha fatto lo stesso effetto e, se possibile, me ne sono innamorata ancora di più. Non è facile rendere giustizia ad un'autrice geniale come la Schwab, la cui fantasia è veramente sconfinata e capace di dare emozioni che non molti romanzi riescono a dare. Se avete letto altro di suo, capirete sicuramente di cosa sto parlando. Magic è, in assoluto, uno dei miei romanzi preferiti, l'ho amato dal primo momento e, se è vero che ne faranno un film, sono troppo curiosa di vederlo. La prima cosa che di Magic sicuramente mi ha colpito è il suo worldbuilding, in cui troviamo quattro realtà parallele, ognuna con caratteristiche molto particolari. Quattro diverse Londra, attraversate dallo stesso fiume, ma in modo diverso dalla magia. La Londra Rossa è quella in cui la magia è ancora viva e presente, prospera e viene per lo più praticata da tutti. E' la Londra del protagonista, Kell, un mago Antari con il potere di creare porte per viaggiare tra i mondi. Gli Antari si sono ormai estinti, ne sono rimasti soltanto due, ed è per questo che sono tanto preziosi per i sovrani dei loro mondi. Kell, infatti, vive come un principe insieme alla famiglia reale di Londra Rossa, che lo ha accolto con sé e lo ama come un figlio. Non ha ricordi dei suoi primi cinque anni di vita o della sua vera famiglia, ma è grato di avere qualcuno che gli dimostri affetto e un fratello come il principe Rhy, egocentrico dai modi seduttori, a cui tiene più della sua stessa vita. I due, nonostante si stuzzichino spesso, sono molto legati e non potrebbero fare a meno l'uno dell'altro. Il loro rapporto, vero, sincero e profondo, è una delle cose che ho amato di più di tutto il romanzo e, nonostante Rhy appaia poco, è sempre nei pensieri di Kell. 
Per via della sua rara capacità di viaggiare tra i mondi, Kell ha il compito di recapitare lettere tra i reali delle varie Londra, ma oltre questo, si dedica in segreto al contrabbando, incapace di sottrarsi al fascino del pericolo e dell'avventura. Sarà così che entrerà in possesso di una pietra proveniente dalla Londra Nera, la città in cui la magia ha preso il sopravvento, nutrendosi delle persone, dei loro corpi, delle loro menti, delle loro anime e dando vita a caos e leggende. Da allora tutte le porte delle quattro Londra sono state sigillate, soltanto gli Antari, grazie alla magia del sangue, riescono a evocarle. Ma la Londra Bianca è sempre più affamata di magia. I due gemelli Dane hanno conquistato il trono e il potere con la forza e hanno dalla loro parte l'altro Antari, Holland. Sono ambiziosi e malvagi e Kell cerca come può di guardarsi da loro, ma quando lo metteranno in trappola, facendolo cadere in un loro subdolo tranello, per Kell arriverà il momento di usare tutta la sua magia per salvarsi, di fare il viaggio più pericoloso della sua vita. 
Lungo il percorso, si ritroverà ad avere a che fare con Lila Bard, una ladra vivace e indipendente, che aspira a diventare pirata. Lila vive nella Londra Grigia, la Londra meno magica di tutte, quella in cui la gente ha ormai dimenticato la magia e si tiene lontana da qualsiasi desiderio di essa. Una realtà piuttosto ordinaria e noiosa, che offre ben poco ad una come Lila, la quale sogna di lasciare quella fumosa e misera città per vivere di avventura. Quando conoscerà Kell, per lei si aprirà un mondo di immense possibilità, dal momento che non ha mai conosciuto la magia. Ho adorato i siparietti tra Kell e Lila, che si scontrano, in un primo momento, per poi arrivare a fidarsi e ad aiutarsi a vicenda. Lila è un personaggio fondamentale, quello a cui mi sono affezionata di più. E' appassionata, coraggiosa e piena di risorse. Sono sicura che in futuro riserverà ancora grandi sorprese. E Kell... che dire di lui? Non è il classico eroe dei romanzi, quello che sa sempre cosa fare e non ha mai paura. Al contrario, in lui troveremo mille dubbi e timori, conosceremo il suo lato più debole e anche la sua goffaggine. Ma sarà veramente impossibile non amarlo. Holland è la sua controparte, un Antari molto potente, al servizio però di sovrani infidi, che lo tengono soggiogato con incantesimi. Un personaggio ambiguo, ma ben costruito, che vorresti odiare ma non riesci ad odiare. 
Non c'è nulla di questo romanzo che non abbia adorato. Ogni dettaglio, ogni storia, ogni personaggio, ogni suono, odore, colore, ogni punto e ogni virgola. I mondi paralleli di cui racconta la Schwab mi hanno letteralmente incantata. E poi tutta la magia che permane il romanzo! Una magia viva, fisica, forte, a cui il protagonista addirittura si rivolge, quasi fosse una persona. Magic è un romanzo ricco di elementi originali, tali da renderlo assolutamente unico e indimenticabile. Una delle letture più belle di sempre, una delle autrici che più apprezzo. Appassionante, sorprendente, suggestivo e immaginifico. Magic è quel tipo di romanzo che vi farà dimenticare per un po' il vostro mondo e vi condurrà in un'avventura meravigliosa. Vi consiglio di leggerlo, perché difficilmente avrete a che fare con fantasy sublimi e fuori dagli schemi come questo. 

Voto: 5 tazzine! Una storia magica, che incanta dalla prima all'ultima pagina!

A presto!
xoxo

Segnalazioni Made in Italy: "Possession: Rovina" di Valentina C. Brin

Buongiorno, miei cari lettori! ^^
Quante belle novità in questa giornata! Si comincia con l'uscita di "Possession: Rovina", di Valentina C. Brin, autrice esordiente che amo immensamente e che con la sua Obsession saga mi ha completamente rapita. Rovina è la seconda parte della storia dedicata a Charles Rochester, duca di Norfolk, personaggio emblematico della saga. Se l'avete seguita fino ad ora, saprete sicuramente di chi parlo, e saprete quante contraddizioni e sfumature l'autrice è riuscita a dargli. Non perdete questo nuovo romanzo, per entrare ancora di più nella mente di un uomo dai mille volti, acceso da passione e tormenti. Faccio un grande in bocca al lupo a Valentina per questa nuova avventura che, spero, la porterà lontano.

Possession: Rovina
di Valentina C. Brin


Serie: Obsession Saga #2.2
Prezzo eBook: 2,99 euro
Prezzo cartaceo: 13,00 euro
Genere: M/M Historical Dark
Editore: self publishing
Data di pubblicazione: 12 Ottobre 2017


Londra, 1687. Sono trascorsi sei anni da quando Charles Rochester, duca di Norfolk, ha ucciso. I suoi peccati sono stati sepolti e adesso ha tutto ciò che ha sempre desiderato: una posizione di prestigio a corte, un’amante bella e manipolabile e, soprattutto, l’amore incondizionato di Dorian, il servo che gli ha rubato il cuore. Ma quando la ruota del destino comincia a girare, il mondo perfetto di Charles inizia a sgretolarsi. Un nuovo nemico ha giurato di distruggerlo ed è deciso a colpirlo sfruttando la sua debolezza più grande: i sentimenti che nutre per Dorian. Adesso l’uomo che ama è anche colui che potrebbe rovinarlo e, se non starà attento, i segreti che ha protetto per tutti questi anni potrebbero venire a galla. È arrivato il momento di decidere cosa conta di più: l’amore o il potere. Non si può mentire per sempre. Il sangue versato ha un prezzo. Ed è ora di pagarlo.

L'autrice

Valentina C. Brin è nata nel 1985 a Padova, dove vive tuttora. Ha una laurea in Psicologia, tre gatti e una passione per la danza e il disegno. Ha scoperto l'amore per la scrittura nel 2003, quando ha iniziato a proporre ai lettori le sue prime storie originali sul sito di fanfiction EFP. Nel 2013 ha esordito come autrice self con la Obsession saga (Obsession, Il prezzo della passione, L'uomo di fede, Possession-Ascesa), a cui è seguito il racconto paranormal romance Dillo alla neve. 

OBSESSION SAGA
Obsession (Obsession saga#1) 
Il prezzo della passione (Obsession saga#1.1) 
L’uomo di fede (Obsession saga#1.2)
Possession - ascesa (Obsession saga#2.1, in uscita il 6 giugno 2016)
Possession - rovina (Obsession saga#2.2, prossimamente)

ESTRATTO
“Dorian gli prese la mano. Quelle dita indugiarono tra le sue, quasi a chiedere il permesso, poi gli si intrecciarono con decisione alle falangi. Charles sentì un macigno occludergli la gola. Non poteva permettersi di toccarlo proprio adesso. Non poteva aprire il cuore, non poteva farlo entrare, o non sarebbe riuscito a fingere con Helena.
Strappò la mano dalla sua presa.
Lo sguardo del valletto gli fu addosso in un istante. 
«Non c’è nessuno.»
«Non mi interessa.»
Dorian si guardò attorno, poi intrecciò di nuovo le dita con le sue. «Stringile solo per un minuto. Per favore.»
Ma Charles non lo assecondò. Tirò via la mano e continuò a camminare ingoiando i sentimenti, ingoiando anche l’anima e tutto ciò che lo rendeva Charles, finché non restò altro che Lord Norfolk – una bestia che sfruttava il prossimo e si nutriva di menzogne e omicidi.
«Va bene, ho capito. Non ti toccherò più nei corridoi.»
“No, razza di ingenuo, non hai capito proprio niente.”
Ma come faceva a dirgli che nel suo cuore non c’era spazio per nulla e per nessuno, quando lo toccava? Come faceva a dirgli che non poteva permettersi una cosa del genere, perché entro pochi minuti avrebbe dovuto far godere una donna che non desiderava?”

*********

Possession: Ascesa
di Valentina C. Brin


Serie: Obsession Saga #2.1
Prezzo eBook: 2,99 euro
Prezzo cartaceo: 13,00 euro
Pagine: 373
Genere: M/M Historical Dark
Editore: Self Publishing


Londra, 1680. Per il giovane Charles Rochester, marchese di Bolton ed erede del duca di Norfolk, desiderare un uomo è inaccettabile: la feroce attrazione che il nuovo servo suscita in lui deve essere soffocata a qualunque costo. Tuttavia non è facile costringere il cuore a tacere quando coloro che dovrebbero comprenderti ti tradiscono e l'unica persona leale sembra essere la sola da cui cerchi disperatamente di scappare. Per Dorian Pratt, invece, non c'è speranza: capisce subito di essere perduto non appena posa gli occhi sul suo signore. Sa bene che non potrà mai averlo, eppure impedire al proprio corpo di reagire in sua presenza sembra essere impossibile.
Quando i pericolosi segreti nascosti tra le mura di Norfolk House vengono a galla, tutto precipita. C'è solo un modo in cui Charles può sperare di tenere Dorian con sé, ma per poterci riuscire deve essere pronto a sacrificare il valore più importante che Dio gli ha donato: la propria umanità. 
I torti non si perdonano e per il sangue versato c'è sempre un prezzo da pagare.

Che ne pensate di questa saga? L'avete mai letta?
Io la trovo veramente intensa, non vedo l'ora di leggere Possession!


A presto!
xoxo

mercoledì 11 ottobre 2017

Rubrica: WWW Wednesday #25

Buongiorno, miei cari lettori!^^
Ritorna l'appuntamento settimanale con una delle mie rubriche preferite. Adoro parlare delle mie letture e mi piace conoscere le vostre e scoprire nuovi interessanti romanzi da aggiungere alla mia infinita wishlist. 

WWW Wednesday è una rubrica ideata dal blog Should Be Reading e riguarda le mie letture attuali, passate e future. Prevede che io risponda a tre domandine, ovvero:

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)
What do you think you'll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

 
Sto leggendo in anteprima "Midnight Jewel", di Richelle Mead. La Mead è sempre magnifica e questa saga è molto intrigante. Ho atteso con ansia questo libro dedicato a Mira, e si sta dimostrando, come immaginavo, un bel personaggio. E poi ho iniziato "Neve come Cenere" di Sara Raasch e... ommioddio credo proprio di amarlo! Seguite il Read Along che inizierà il 23 Ottobre, per saperne di più ;)

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?

Ho terminato "Magic" di V.E. Schwab, che ho riletto in italiano, in occasione del blogtour a cui ho partecipato (QUI la mia tappa). Il libro esce domani e potrete trovare la mia recensione sul blog ;)

WHAT DO YOU THINK YOU'LL READ NEXT?

Tra le mie prossime letture ancora "La bambina della luna e delle stelle" di Kelly Barnhill, anche questo in previsione di un blogtour che inizierà a fine mese. Ma prima di leggere questo, credo che riuscirò a infilare qualcosa in mezzo, stavo pensando a "La ladra di neve" di Danielle Paige. Muoio dalla voglia di leggere un bel retelling! *-*


Queste le mie letture passate/presenti e future. 
Le vostre quali sono?

A presto!
xoxo

lunedì 9 ottobre 2017

Blogtour: "Magic" di V.E. Schwab - Londra Grigia

Buongiorno, cari lettori caffeinomani! ^^
Oggi inizia uno speciale Blogtour dedicato a "Magic", di V.E. Schwab. Sono davvero contenta di aver potuto leggere quest'anno due opere della Schwab, che finalmente è giunta anche in Italia, dopo averci sperato per tanto tempo. Questo romanzo, in realtà, lo avevo già letto in lingua ai tempi del suo esordio americano, non potevo proprio resistere ad una trama tanto affascinante. In occasione di questo BT l'ho riletto e ho ritrovato le stesse emozioni che mi avevano incantata la prima volta. Vi ricordo che "Magic" uscirà, per Newton&Compton, il 12 Ottobre. Segnate sull'agenda e correte a comprare la vostra bellissima copia!
 Victoria Schwab ci conduce in un mondo straordinario, fatto di realtà parallele, di quattro diverse Londra, una più particolare dell'altra.  Nella tappa di oggi si parlerà della Londra Grigia, quella meno magica e più banale, ma anche la stessa da cui proviene la protagonista Lila Bard. Siete pronti ad avventurarvi alla scoperta dei 4 mondi di Magic? Non perdete neanche una tappa di questo incredibile blogtour! ;)

A Darker Shade of Grey: Londra Grigia

Benvenuti, lettori, nella Londra Grigia di Victoria Schwab, un mondo incolore e fumoso, triste e noioso, in cui la magia è stata ormai dimenticata da tempo

A differenza delle altre Londra, in cui ancora si respira un po' di magia o si lotta per essa, la Londra Grigia è quella meno magica di tutte. Per questo motivo, al contrario della Nera,  la città perduta, che ha subito una triste sorte, la Grigia esiste ancora: perché si è tenuta lontana da qualsiasi desiderio di magia, imparando a dimenticare, tenendo lontani i ricordi e qualunque pericolo o tentazione essi comportino ([...] si era ritirata in un quieto oblio).
I reali di questa Londra, re Giorgio e suo figlio, vivono relegati nei propri alloggi, nelle loro dimore che rappresentano come una prigione per loro, lontani persino dalla gente. Non vogliono ricordare, non vogliono cambiare le cose.


La città si presenta tranquilla e ordinaria agli occhi di Kell, tra stradine sporche che costeggiano il fiume, parchi, e l'incombente e familiare sagoma dell'abbazia di Westminster. Mentre la sua Londra Rossa muta di continuo, seguendo le mode, grazie anche all'aiuto della magia, che rende naturalmente tutto più semplice, a Londra Grigia nulla si tramuta e l'abbazia di Westminster, in piedi da lungo tempo, sembra sempre pronta ad accoglierlo, come una vecchia e cara amica. <<Nonostante la fuliggine e la sporcizia, il disordine e i poveri, quella città aveva qualcosa che mancava a Londra Rossa: la resistenza al cambiamento. La riconoscenza per ciò che dura, e lo sforzo necessario perché qualcosa possa farlo>>.

A differenza della Londra Rossa, riconoscibile per i suoi odori, Londra Grigia si distingue per i suoi suoni, i suoi rumori, il suo vociare. La città brulica di gente, si odono le carrozze e le urla di piacere o di dolore di chi vive in questa Londra, che si affaccia su un Tamigi opaco e immobile. Tra strade affollate di carrozze e vicoli stretti e angusti, Kell ritrova anche la solita, cara taverna, il Tiro di Schioppo, un posto che lo affascina da sempre. Nonostante l'aspetto trascurato e sporco, il Tiro di Schioppo è sempre lì. Cambia il nome, ma in quel punto esatto, in tutte le Londra, c'è una taverna. Un punto fermo. Il luogo ideale in cui condurre i suoi affari. <<I pochi credenti di Londra Grigia - quella manciata di strambi che si aggrappava all'idea di magia, che ne afferrava un bisbiglio o una traccia - gravitavano lì, attirati dal senso di qualcos'altro, qualcosa di più. Anche Kell ne era attratto. La differenza era che lui sapeva cosa li stava trascinando lì>>.
Nella Londra Grigia due tipi di persone è interessata a Kell: i Collezionisti e i Fanatici. I Collezionisti, gente per lo più ricca, non ha un vero e proprio interesse per la magia, ma vuole solo concedersi il lusso di mettere in mostra oggetti magici, senza nessun altro scopo. I Fanatici, invece, sono persone che si ritengono maghi e desiderano non solo possedere tali oggetti ma anche usarli. Sono la categoria che Kell detesta di più.

La Londra Grigia è anche la città di Lila Bard, una ladra che aspira a diventare pirata e che ha fatto del porto di Londra il proprio rifugio. Lungo la banchina vi si trovano attraccate numerose imbarcazioni. Sebbene nessun luogo di questa Londra sia sicuro, è sul Re del Mare che lei si sente praticamente a casa. In un mondo perfetto ci sarebbe bisogno di armonia tra magia e umanità,  ma nessuno dei mondi è perfetto. E nella Londra Grigia l'umanità ha preso il sopravvento sulla magia. Questo l'ha resa debole e indifesa, oltre che insignificante, rispetto alle altre Londra. La Londra Grigia non offre avventure, è statica, puzza di fumo e monotonia. E' una Londra che Lila detesta e che è disposta ad abbandonare senza troppi rimpianti.

****

Siete curiosi di scoprire le altre Londra descritte dalla Schwab? Allora segnatevi le tappe del blogtour e preparatevi ad un meraviglioso, magico e intenso viaggio...

CALENDARIO BLOGTOUR + REVIEW PARTY
09/10 * A darker shade of Red: Londra Rossa (Esmeralda viaggi e libri)
09/10 * A darker shade of Grey: Londra Grigia (Coffee&Books)
10/10 * A darker shade of White: Londra Bianca (Leggere romanticamente)
10/10 * A darker shade of Black: Londra Nera (Il colore dei libri)
11/10 * Dreamcast – personaggi (Bookish Advisor)
11/10 * Test: in quale universo di Londra vivresti? (Bookspedia)
12/10 * RECENSIONI (Su tutti i blog partecipanti)
13/10 * 5 motivi per leggere la serie (Reading At Tiffany’s)

A presto!
xoxo